ECW Hardcore TV #95 – The Evolution of the Franchise

Philadelphia, Pennsylvania, USA
21.02.1995

ecw3

[VIDEO: http://www.dailymotion.com/video/xtrefv_ecw-hardcore-tv-2-21-1995_sport?start=2]

Shane Douglas ci parla dell’evoluzione della ECW, una federazione che lo ha accolto nel 1993 e nemmeno lui credeva che questa potesse avere successo in futuro e diventare il futuro del professional wrestling. Ma The Franchise si è subito accorto che era circondato da wrestler, che lottavano con tutte le loro forze in ogni match. Si sarebbe dovuto impegnare tanto per vincere su questa concorrenza agguerrita. Ha capito che non doveva tutte le volte uscire fuori ed avere una risposta dal pubblico, perché i grandi atleti non la chiedono, la ottengono subito. Ha capito che in questo mondo devi sempre evolverti e migliorarti se vuoi essere il migliore. Azzarda poi un paragone con la boxe, con il grande Muhammad Alì che al finire della carriera ha passato la torcia ad un altro grande atleta, Mike Tyson. Nel wrestling lui considera uno dei più grandi Bruno Sammartino, il più grande della sua epoca, il quale combatteva e manteneva il titolo ogni volta che saliva su quel ring, grazie alle sua capacità atletiche non indifferenti. E’ venuto però anche per lui il momento di passare la torcia e l’ha fatto nei confronti di Ricky Steamboat, di Ric Flair. Ma dal 1993 c’è stato il bisogno di un’ulteriore evoluzione di questo mondo, perché come in tutti gli altri sport, per essere il migliore, devi dimostrarlo ogni singola notte che combatti. Douglas parla di come ha visto Ric Flair uscire dalle scene, di come considera Hogan solo un entertainer. The Franchise ha dovuto far fare alla ECW un salto nel futuro, trasformandola da Easter Championship Wrestling in Extreme Championship Wrestling, togliendo la maschera a Doink e mostrando che sotto quelle vesti c’era un grande lottatore, perché quello era entertainment non wrestling. Non ha accettato questa torcia da Ric Flair ma l’ha costretto a ritirarsi anticipatamente dalle scene, perché non apparteneva a questo mondo. Attualmente, nel 1995, né Hogan né Flair sono i migliori al mondo, forse perché non possiedono più quelle capacità atletiche che un tempo avevano, cosa che non può essere detta per quell’atleta che tutti chiamano The Franchise.
Dopo alcune immagini di The Night The Line Was Crossed, Douglas elogia Terry Funk, un uomo che non ha preteso il passaggio della torcia dalla vecchia generazione alla nuova generazione di professional wrestling. Avrà forse perso quelle capacità che lo contraddistinguevano prima ma ha sempre dimostrato di essere il più tosto e Douglas se n’è reso conto, nel 1993, quando è arrivato: Funk sedeva in cima al trono. The Franchise lo sapeva già quando chiuse con la WCW e la WWF che avrebbe dovuto scalzarlo da quel posto e permettere alla nuova generazione di procedere e far evolvere il wrestling. Terry Funk, però, non voleva cedere e non voleva capire che era il momento per lui di abbandonare le scene. Sammartino, Steamboat e persino Flair l’hanno capito ma Terry no e Douglas lo vedeva nei suoi occhi ogni volta che combatteva contro di lui. La notte del famoso evento andò faccia a faccia con lui. The Franchise sa che ci sono momenti in occorre parlare ed altri in cui bisogna invece star zitti e lui ha fatto valere le sue ragioni, mostrando a tutti di che pasta era fatto e che sarebbe presto diventato campione, liberandosi di Terry Funk.
Vengono mostrate le immagini di Ultimate Jeopardy, dove finalmente Douglas si aggiudica il titolo lo stesso Franchise parla delle sue difese titolate, che hanno reso famosa la ECW, tanto che tutti, adesso, vogliono venire qui a confrontarsi con lui ed a provare a privarlo del titolo. ha battuto tanti atleti, Road Warrior Hawk, Pat Tanaka, Terry Funk, Sabu, ed alla fine è sempre rimasto in piedi al centro del ring, con in mano quel titolo. Era diventato un campione che lottava sempre, contro chiunque, senza nascondersi dietro nessuna mania di qualche proprietario eccentrico.
Sulla sua strada si pose infine un fossile, la National Wrestling Alliance, che sperava di tornare alla gloria con il torneo per assegnare il titolo massimo. Lui ha combattuto in quel torneo, ha affrontato atleti provenienti da ogni parte del mondo, i quali erano lì per dimostrare di essere il migliore al mondo, ma alla fine della serata ha trionfato The Franchise. Shane Douglas parla anche del post-match, con il famoso promo con cui ha “ucciso” a NWA ed ha fatto nascere la leggenda della ECW. Con quel gesto ha dimostrato di essere molto di più che un semplice campione, ha dimostrato di essere superiore anche a tutti gli illustri atleti che prima ha nominato, perché con quel gesto lui si è caricato sulle spalle la ECW e l’ha portata al livello successivo. Tutti sanno di quello che è capace Douglas ed adesso le persone si sintonizzano per vedere la ECW, sentendosi eccitate per lo spettacolo nuovo che stanno vedendo. Non importa se combattono a Phiadelphia o in qualsiasi altro posto degli USA, gli spettatori si godranno al meglio il match, quasi come se fossero dentro anche loro stessi, perché lo stile ECW è un mix di azione e grandi capacità atletiche, non come la WWF o la WCW. Per provare che poteva fare tutto ciò, ha trasformato Doink togliendogli la maschera da clown e facendolo tornare il grande lottatore che era; questo dimostra come Douglas non sia solo il campione del mondo, ma sia The Franchise del pro-wrestling.
Ogni federazione che ha girato gli ha conferito una nuova sicurezza e lo ha innalzato di un gradino verso la grandezza, culminata nel primo titolo di prestigio, il WCW Tag Team Title con Ricky Steamboat.
Douglas si rivolge poi ha Flair, con le solite parole di odio e di sfida, dicendogli che tutti si erano accorti che lui sarebbe diventato il nuovo volto del pro-wrestling, persino i suoi Horsemen Anderson e Dillon, ma lui vigliaccamente si è sempre nascosto dal confronto con The Franchise. ora, in nun confronto diretto, Douglas mostrerebbe di essere migliore di Flair e di aver appreso più di quanto potesse insegnargli. Ora una domanda assilla la mente di Flair: Douglas sta dicendo la verità? Shane guarda verso la telecamera e sa che sta guardando Flair negli occhi, cosa che l’altro non sta facendo, perché non è abbastanza uomo per farlo. Douglas dice a Flair che lo odia ed odia tutto quello che il Nature Boy ha fatto in questo business. Douglas ha imparato tutto il necessario ed ha ottenuto più di Flair, caricandosi una federazione sulle spalle e portandola ad un nuovo livello evolutivo di professional wrestling. Sa che adesso Flair si sta godendo il ritiro, dopo aver perso contro Hogan; Flair si domanderà sempre se è capace di battere The Franchise, con l’unica risposta possibile sarà sempre un NO!
Shane spende le ultime parole per Blanchard, il quale si è rifiutato di stringergli la mano dopo che l’ha battuto all’ultimo evento ECW: ha commesso un grosso errore e la prossima volta glielo farà capire pestandolo violentemente. Molti dicevano che era solo un Dynamic Dude, il tag team partner di Steamboat, che si nascondeva dietro Sherri Martel o Mr. Hughes. Gli scorsi mesi ha provato a tutti che si sbagliavano ed ha conseguito molto di più di quanto si possa immaginare. Proverà tutto ciò a Marty Jannetty, suo prossimo avversario per il titolo ECW, il quale sembra voler ripercorrere la strada di Douglas. The Franchise lo cataloga come un wannabe e promette che non perderà quel titolo battendosi duramente: Jannetty imparerà quello che hanno già imparato Funk, Sabu, Flair se avesse le palle di affrontarlo, così come Hogan.

Singles Match
Steve Richards (w/Raven) vs. Tommy Dreamer

drerich
Dopo un paio di clinch sul ring, la battaglia si sposta all’esterno, dove è Richards a dominare, schiantando l’avversario contro le transenne e con una sediata sulla schiena. Da notare come il pubblico sia molto più favorevole a Dreamer rispetto al passato: forse la faida con Sandman è servita veramente a farlo tornare un fan favourite. Steve ruba la maglietta del rivale e la indossa sul ring, prendendolo in giro. Dreamer ritorna sul quadrato, stende l’avversario con una Clothsline e lo abbatte con una Neckbreaker con l’aiuto della maglia. I due tornano nuovamente a bordo-ring, con Dreamer che sbatte l’avversario contro le transenne, per poi prenderlo a sediate e padellate. I due rientrano, colpo di padella nella parti basse di Steve, il quale però reagisce accecando il rivale e stendendolo con un Back Body Drop. Alcuni pugni di Richards, il quale prova un Hip Toss ma viene colpito da un DDT al volo. Sideslam di Dreamer, seguita da un Diving Splash 1..2..no! Raven sale sull’apron ring ma riscende subito. Dreamer va con un’altra Scoop Slam e prova un Top-Rope Moonsault ma Richards lo fa cadere sul turnbuckle. Steve prova un Super Backdrop Suplex, Dreamer lo spinge giù e lo colpisce con un Crossbody dalla terza corda 1..2..no! Neckbreaker 1..2..no! Raven sale nuovamente sul ring, stavolta interviene nel match e blocca alle spalle Dreamer! Richards connette con il suo Superkick. Steve h la vittoria in pugno, prova un secondo Superkick ma Tommy si abbassa, evita il colpo, tira un pugno nella parti basse del rivale e lo schiena con un cradle 1..2..3!
Vincitore: Tommy Dreamer
Raven prova ad intervenire a match concluso ma Richards e l’arbitro lo bloccano, così fa dietro-front e torna nel backstage con il proprio socio. Il pubblico intona dei forti “Bullshit!” mentre Dreamer, dal ring, gli consiglia di tornare in WWF e portare il seguente messaggio da parte della ECW: “Possono baciargli il culo!” L’ECW Arena esplode in un boato ed i canti “E-C-W!” si susseguono per qualche minuto, con Dreamer che festeggia tra la folla.

Joey Styles ricorda lo scomparso “Hot Stuff” Eddie Gilbert, volto storico della prima parte del ’93 ECW…

eddiegilbert

Joey Styles ricorda il finale di Double Tables, dove Benoit ha eseguito una Powerbomb su Sabu, facendolo sbattere su Rock, il quale era posizionato sul tavolo. Tutto questo, anche per bocca di Paul E Dangerously, porterà ad un match titolato al prossimo evento ECW: Sabu & The Tazmaniac vs. Dean Malenko & Chris Benoit. Spazio anche per Cactus Jack, il quale affronterà il misterioso avversario portato in ECW direttamente da Sandman. Hype per questo atleta!

La puntata è fatta ancora di recap e qualche minimo cenno di costruzione per il prossimo evento (si son sprecati ed hanno vissuto molto di rendita). Molto bella la prima parte, incentrata interamente su Shane Douglas, il quale ci parla della sua carriera in ECW, anche se preferirei vederlo impegnato in una faida decente, con un avversario decente (sorry Jannetty!), perché è un anno che ha questo titolo ed ha fatto veramente poco per rendere questo regno da ricordare.

Alla prossima settimana e, se il report vi è piaciuto, mettete “Mi Piace” o commentate pure,
BANG BANG!

Annunci
Contrassegnato da tag , ,

One thought on “ECW Hardcore TV #95 – The Evolution of the Franchise

  1. Gsquared ha detto:

    Prima mezz’ora di puntata sicuramente diversa da ogni altra, praticamente una monografia sulla carriera di Shane Douglas, una scelta strana e rischiosa ma che è riuscita, cosa non scontata visto che si tratta di un wrestler che parla per mezz’ora.
    Per il resto solo recap, il prossimo show è stato costruito ben poco…
    E un momento di ricordo per Eddie Gilbert, il booker prima di Heyman, di quella proto-ECW dal sapore di Memphis…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: