ECW Hardcore TV #92 – This time you will not graduate

Orlando, Florida, USA
31.01.1995

ecw3

Joey Styes sta riguardando gli appuntamenti con le interviste per la ECW quando grida al cameraman di inquadrare il ring, dove tutti i fan stanno lanciando delle sedie sul ring, come nel famoso Chairs Incident di Hardcore Heaven.

Linea a Shane Douglas, il quale si rivolge a Tully Blanchard, dicendo di guardarlo negli occhi, da cui può vedere direttamente la sua anima: ha commesso l’errore di ficcare il naso nei suoi affari. La prima volta ha detto “ok, sei un grande wrestler, combatterò con te per 16 minuti” e così è rimasto impressionato dalla forma fisica dell’avversario; la seconda volta, però, quando ha cercato di gettare The Franchise giù dalla scala del successo dopo che aveva sconfitto per KO tecnico Ron Simmons, dopo che aveva messo la cintura a terra e chiamato chiunque sul ring, Blanchard ha avuto le palle di salire sul ring e prenderlo a pugni. Se voleva la sua attenzione, l’ha ottenuta. Il World Heavyweight Champion ha come unica droga quel titolo che porta alla vita e non ha intenzione di cederlo proprio ora. Poco tempo fa, ricorda di essersi messo a guardare il monitor ed aver pensato che un giorno avrebbe potuto trovarsi di fronte Arn Anderson, Tully Blanchard, Ric Fair, JJ Dillon e tutto il resto della combriccola, ma non pensava che sarebbe stato attaccato in quel modo, come Blanchard ha fatto con tanti altri avversari in passato. Tully non aveva però calcolato un’importante variabile, cioè che anche Douglas aveva degli alleati, non 4 come i Four Horsemen, ma 3, il Triple Threat: Chris Benoit, Dean Malenko e “The Franchise” Shane Douglas. Questa nuova alleanza ha messo fuori gioco Blanchard al suo stesso gioco, allo stesso gioco dei Four Horsemen, e gli hanno dato un assaggio della sua stessa medicina. La prossima volta che Blanchard metterà il naso nei suoi affari e cercherà di “purificarlo” dalla sua “droga”, il Triple Threat sarà pronto a dargli un’altra lezione nello stile dei Four Horsemen. Tully, la fine della carriera è vicina, e la prossima volta che si incontreranno, il Triple Threat gli farà molto di più di quello che in passato ha fatto ad altri con gli Horsemen, molto di più di quello che un uomo può sopportare. Alla fine dei giochi, il Triple Threat sarà dominatore come non mai, alzando in aria le tre dita (prendendo in giro le quattro dita dei Four Horsemen), e The Franchise sarà ancora una volta ECW World Heavyweight Champion.

ECW Tag Team Titles Match
The Public Enemy (Rocco Rock & Johnny Grunge) (c) vs. Sabu & The Tazmaniac (w/Paul E Dangerously & 911)

pubenesabtazLe due coppie si affrontano subito, saltando le consuete presentazione pre-match. I campioni sono in difficoltà: Taz si prende cura di Rock all’esterno, Sabu stende Grunge prima con un Bulldog e poi con un Leg Drop dall’apron. Arabian Press di Sabu 1..2..piede di Johnny sulle corde! Scoop Slam sempre dell’ex ECW Champ e Top Rope Moonsault 1..2..Rock interviene a salvare il compagno! Cambio delle coppie sul ring, con Sabu che vola su Grunge, fuori, con un Pescado, lamentando un dolore ad una gamba. Irish whip di Rocco, Taz evita un’offensiva e va a segno con un Tazplex 1..2..piede di Rock sulle corde! Le due coppie si spostano all’esterno, per poi andare a combattere tra il pubblico, a colpi di sedie, padelle, pagaie, spazzoloni (!), bidoni, ecc… Grunge sbatte Sabu contro un turnbuckle, prima di gettarlo sul ring e focalizzarsi sulla sua gamba malandata, tentando uno schienamento 1..2..no! Tutti e quattro i contendenti tornano sul ring, con i PE che stavolta dominano il match. I campioni provano una doppia Clothsline su Sabu ma l’atleta indiano evita e mette a segno un Double Springboard Moonsault Press, schienando Rock 1..2..no! Interviene Taz, che si carica entrambi i Public Enemy e li atterra con un Double Japanese Armdrag. I due campioni escono a bordo ring, Sabu prende la rincorsa e vola su questi con un Suicide Dive tra le corde. I PE, però, lo afferrano e lo sbattono contro un turnbuckle, per poi approfittare del 2 vs. 1, sul ring, con Tazmaniac. Rock riporta sul ring Sabu ma finisce presto vittima di un Moonsault Press dal paletto 1..2..Grunge salva la situazione. Low Blow di Tazmaniac su Rocco, il quale viene poi gettato fuori. Grunge è da solo, Double Back Body Drop degli sfidanti ed Exploder Suplex da parte di Tazmaniac. Sabu porta apre un tavolo sul ring e ci posiziona sopra Grunge. Rock salva il compagno, spedendo fuori l’ex ECW Champ, prendendosi però un Tazplex per il disturbo. Johnny scende dal tavolo e va a prendersela con Sabu fuori, venendo però afferrato da 911 e posizionato su un tavolo, Sul ring Taz posiziona Rock sul paletto e prova una manovra da lì verso il tavolo precedentemente aperto. Rock reagisce e getta all’indietro il nativo della Tasmania, facendo sfracellare sul tavolo e scendendo per schienarlo. Sabu, intanto, vola sull’altro PE con uno Springboard Leg Drop verso l’esterno. Schienamento di Rock 1..2..3! I campioni mantengono i titoli!
Vincitori: The Public Enemy
911 e Paul E salgono per sincerarsi delle condizioni di Tazmaniac. Il gigantesco atleta se la prende con l’arbitro, reo di aver effettuato lo schienamento, e lo afferra per il collo. Rock prova a colpirlo alle spalle con una sedia ma 911 non sente minimamente i colpi, anzi, si gira di scatto e somministra una Chokeslam proprio al campione di coppia, per poi fare la stessa cosa pure con l’arbitro.

Joey Styles intervista Paul E Dangerously, riguardo al match appena concluso. Il manager è abbastanza deluso ed arrabbiato per l’esito dell’incontro e si rivolge ai due campioni, dicendo loro che li porterà verso l’inferno. Loro si chiederanno cosa può aver concepito il manager e Paul E risponde loro che li farà passare attraverso dei tavoli e li rispedirà da dove sono venuti.

Dai banchi di scuola, Raven dice che trascorriamo la nostra intera giovinezza in una stanza, credendo che sia un tempo di piacere. Un mondo di conoscenza si apre dietro. Ma stavolta è diverso, sei differente, sei un disadattato, un randagio. Ed è allora che un glorioso ricordo può diventare una cicatrice che si rifiuta di sparire. La puoi negare, la puoi nascondere, la puoi reprimere, ma alla fine, Tommy Dreamer, non la puoi dimenticare. Raven conclude che tornerà per gettare nuovamente Dreamer nell’inferno della classe dove ha trascorso la giovinezza, con l’eccezione che stavolta non si diplomerà. Quote the Raven, Nevermore! L’ultima inquadratura è per la lavagna dove è stato scritto più e più volte “I hate Dreamer”
(promo M-E-R-A-V-I-G-L-I-O-S-O!)
ravenclass

Falls Count Anywhere Match
Cactus Jack vs. The Sandman (w/Woman)

sancactSandman prova ad attaccare subito il suo avversario sulla rampa d’ingresso ma quest’ultimo risponde prontamente e lo rispedisce indietro a colpi di bidone dell’immondizia. Jack lo colpisce con una sediata in fronte, lo riporta sul ring e tenta di strozzarlo sulla seconda corda 1..2..no! Swinging Neckbreaker dell’ex WCW 1..2..no! Leg Drop 1..2..no! Cactus Jack ne prova un’altra ma Woman lo colpisce con il singapore cane. L’ex campione di coppia scende dal ring per inseguirla e dà modo all’avversario di riprendersi ed attaccarlo, anche se Jack risponde bene e lo stende con un calcio nel petto 1..2..colpi di singapore cane da parte di Woman! Sandman si rialza e fracassa una sedia sulla schiena dell’avversario, poi un colpo di lattina in fronte ed un colpo di bidone. Cactus Jack reagisce con una sediata e riporta l’avversario sul ring, giusto in tempo per prendersi un colpo di bidone nell’addome ed in faccia. DDT di Sandman sul bidone e Diving Leg Drop. Cactus Jack si rialza all’angolo, Sandman lo raggiunge e lo colpisce con alcuni pugni prima di cadere sull’avversario con un Leg Drop Facebuster, preciso sul bidone. L’ex surfista riprova la mossa ma Jack lo colpisce con un Low Blow e lo fa cadere dal paletto verso l’esterno con due colpi di bidone (che ormai è tutto accartocciato). Cactus Jack recupera, nell’ordine, un vassoio, una corda ed una chitarra giocattolo, e fracassa i tre oggetti sull’avversario, per poi schienarlo 1..2..no! I due rientrano sul quadrato, Cactus Jack prova a tirare un pugno ma Sandman si protegge col bidone. Entrambi cadono a terra: Foley si fa male alla mano e Sandman si prende un pugno rinforzato. L’ex ECW Champ è il primo a rialzarsi, salvo subito cadere a terra stremato, proprio sull’avversario 1..2..no! Sandman si concentra sulla mano dell’avversario, bersagliandola di colpi di bidone, per poi finire l’opera con un Piledriver sullo stesso oggetto. L’ex surfista torna alla carica ma Jack si sposta e lo fa cadere di sotto, Diving Elbow Drop dall’apron ring 1..2..3! Cactus Jack si porta a casa questa violenta contesa!
Vincitore: Cactus Jack
Woman prova ad interferire a fine match con il singapore cane ma Foley glielo impedisce e le strappa l’arma di mano. Interviene un redivivo Sandman da dietro, il quale procede al pestaggio dell’avversario proprio con il celebre oggetto, colpendolo brutalmente a più riprese. Cerca addirittura di spegnergli una sigaretta nell’occhio, con Cactus Jack che non riesce bene a difendersi con una mano sola. Arriva sul ring Mikey Whipwreck, che salva in tempo il tag team partner e mette in fuga l’ex ECW Champ, per la gioia del pubblico che urla a gran voce il suo nome.

Sandman, con Woman, chiede a Cactus Jack se vuole veramente andare faccia a faccia contro di lui, sangue contro sangue, intensità contro intensità, rispondendogli che è lo stesso desiderio che ha l’ex ECW Champion, con Woman che rincara la dose.

Subito la risposta di Cactus Jack, il quale dice che nella sua mente malata sente di avere ancora un posto comodo per Sandman, già da 5 anni ormai, quando lui si confrontava con le leggende e l’ex surfista approdava nel mondo del wrestling. Ha sentito, con l’orecchio buono, di Sandman e delle sue gesta in ECW, con Sullivan che lo ha addirittura definito favoloso. Ogni volta che Sandman fuma la sua sigaretta, o esegue un Piledriver su un avversario o sbatte il singapore cane sugli altri, lui si sente orgoglioso, perché sa da dove proviene l’ispirazione per tutte queste gesta, perché sa che come Sandman non s’interessa tanto della vittoria quanto dell’infliggere il dolore, così faceva anche lui 5 anni fa. Ma se adesso guardano nei suoi occhi, vedono un’altra persona, a cui piace eseguire un conteggio di tre, o farsi alzare la mano al cielo in segno di vittoria, o fare autografi ai fan. Quando Sandman ha scelto di percorrere la sua strada, ha scelto la via che porta ad un inferno vivente, perché ha risvegliato un gigante dormiente, lo ha fatto vergognare di quello che è diventato e lo ha costretto a tornare sui suoi passi, a farlo tornare quella persona a cui non importa nulla. Cactus Jack ha tirato quel bidone della spazzatura nella testa del suo avversario ma questo non è caduto; l’ha fatto una seconda volta e non solo non è caduto ma ha addirittura visto un sorriso sulla sua faccia, ed ha così realizzato che Sandman stava facendo dei giochetti mentali con il maestro dei mind games, e stava vincendo. Sandman ha reso la sua mano un’arma inutile e se n’è reso conto anche se non è un dottore. Sandman ha scatenato una guerriglia nella sua testa e si è così ripromesso che lo avrebbe messo fuori gioco, dove numeri e conteggi non hanno senso e l’unica cosa che importa è batterlo al suo stesso gioco. Ha guardato all’interno della sua anima e si è detto che se non batterà Sandman al più brutale dei match, potrà benissimo tornare a fare il padre di famiglia e dimenticare il wrestling, perché la ECW non gli appartiene. Ed è così, che in ginocchio, chiede a Sandman di combattere non in un Falls Count Anywhere Match, troppo vicino alla tipologia dei match che si concludono per schienamento, ma in un Texas Death Match: un brutale Last Man Standing Match. E se lo batterà in questa tipologia di incontro, resa famosa da Ciclon Negro, Dick Murdock e dal suo idolo Terry Funk, potrà camminare nel wrestling business a testa alta e Cactus Jack lo potrà lasciare, perché non conterà più niente, e potrà tornare a fare il marito ed il padre di famiglia. Lui non vuole tutto questo. Vuole solo una cosa: The Sandman!

Card del prossimo evento (04.02.1995):
ECW World Heavyweight Title Match: Shane Douglas (c) vs. Tully Blanchard
ECW Tag Team Title Double Table Match: The Public Enemy (c) vs. Sabu & The Tazmaniac (per vincere è necessario spedire entrambi li avversari attraverso un tavolo, tipo un Tag Team Elimination Tables Match)
Texas Death Match: Cactus Jack vs. The Sandman (w/Woman)
Grudge Match: Mikey Whipwreck vs. Paul Lauria (w/Jason)
Singles Match: Chris Benoit vs. Al Snow
Grudge Match: Ian Rotten vs. Axl Rotten
Singles Match: Tommy Dreamer vs. Steve Richards (w/Raven)

Puntata ottima, con due ottimi match e, soprattutto, tre promo interessanti: nel primo la nascita del Triple Threat e la sfida a Blanchard, nel secondo l’epico promo di Raven nella classe; nel terzo un Cactus Jack veramente determinato avvia una sanguinosa faida con The Sandman (che già nel main event non si erano risparmiati). Hype per l’evento, vedendo un po’ la card, anche se qualcosa la potevano costruire un po’ di più.

Alla prossima settimana e, se il report vi è piaciuto, mettete “Mi Piace” o commentate pure,
BANG BANG!

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , ,

3 thoughts on “ECW Hardcore TV #92 – This time you will not graduate

  1. Paguro ha detto:

    Inizio di puntata ottimo con l’annuncio della formazione del Triple Threat di Douglas, Malenko e Benoit, proprio nel momento in cui il campione ECW è contrapposto ad un membro del storico gruppo dei 4 Horsemen: evidente che si giochi su questo, anche con il segno della nuova stable che scimmiotta quella degli Horsemen.
    Abbiamo poi un’anticipazione del match valido per i titoli di coppia tra PE e Taz/Sabu e capiamo anche che tipo di match sarà quello tra le due coppie del prossimo evento.
    Raven e Foley sugli scudi con i loro promo; per quanto riguarda il primo personaggio, farei notare la costante che accompagna i suoi promo, ovvero la presenza di elementi che si ricollegano all’infanzia(altalena, banchi di scuola); il secondo invece riesce a dare un senso allo scontro con Sandman e costruire in 5 minuti il loro match di Double Tables.

    Card che si preannuncia ottima.

  2. Talpone ha detto:

    E questa settimana oltre al solito ottimo lottato si aggiunge tanta tanta tanta carne al fuoco anche a livello parlato. Su tutti, il promo di Raven è stato strepitoso, ma non lo scopro certo io!

    Double Tables si preannuncia interessante!

  3. Gsquared ha detto:

    Douglas, Raven e Foley fanno tre signori promo, soprattutto gli ultimi due, e l’hype per Double Tables, che finalmente vedremo tutto come non succedeva da un po’ di tempo, cresce un sacco (Rotten a parte, si intende).
    Buon lottato in classico stile ECW.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: