ECW TV #4 – Hot Stuff International

Radnor, Pennsylvania, USA
26.04.1993

I due commentatori, Sully e Wonderful, ci aggiornano sulla ricca card di stasera, la quale comprende anche due title match. Vengono raggiunti da Eddie Gilbert, il quale annuncia l’assenza di Funk stasera, e di averlo cacciato dalla ECW. Vengono inoltre mostrate le immagini di un violento I Quit Match tra i due, avvenuto un mese prima ad un evento ECW [1][2][3]. Prima dei match c’è un annuncio direttamente dal presidente Tod Gordon, il quale si dissocia dalle affermazioni di Gilbert, annunciando la presenza di Terry Funk già dalla prossima settimana.

ECW Tag Team Title Match
The Super Destroyers (Super Destroyer #1 & Super Destroyer #2 ) (w/Hunter Q. Robbins III) (c) vs. Larry Winters & Tony Stetson

Prima del match, in un promo registrato dal backstage, Hunter Q. Robbins, manager dei Destroyers, aggiunge 5.000 dollari alla sfida se i due #1 Contenders riusciranno a sconfiggere i campioni stasera.


Grande affinità tra gli sfidanti, che si dimostrano i primi avversari validi per i campioni, in crisi nelle prime fasi del match. Quando l’ago della bilancia torna dalla parte dei due Destroyers, si ripete il copione dei precedenti match, con delle Clothslines, alcuni Headbutt, anche nelle parti basse, e delle Powerslam. I due campioni lavorano bene Stetson, applicando anche una strana Leglock. Quando uno dei due Destroyer si distrae, “The Hitman” ne approfitta per dare il tag al compagno, il quale si scatena con Back Body Drop e Knee Smash. Riesce poi ad applicare una Figure Four Leglock su uno dei due campioni, costringendo l’altro ad intervenire scorrettamente con il bastone di Robbins, che decreta la loro sconfitta solo per squalifica (senza passaggio del titolo). A fine match piccolo brawl tra le due coppie, sedato dall’arbitro.
Vincitori: Larry Winters & Tony Stetson

In programma ci sarebbe un match tra Salvatore Bellomo e Glen Osbourne, ma Eddie Gilbert irrompe sul ring, prendendo la parola ed annunciando la sua Hot Stuff International, composta da Jimmy Snuka e “Manificent” Don Muraco, con promo di presentazione e proclama.

Tag Team Match
JT Smith & Tommy Cairo vs. The Suicide Blondes (Sir Chris Candito & Sir Jonathan Hot Body) (w/Hunter Q. Robbins III)

In un promo registrato i Suicides Blondes (tra cui un debuttante Chris Candido) si dicono pronti a sfidare qualunque coppia si presenti in ECW.

Molto carichi i Suicide Blondes, che lavorano bene per indebolire Cairo, il quale cerca di difendersi con alcune Armdrag. Approfittando di un errore degli heel, entra Smith, il quale si scatena sui due e, coadiuvato da Cairo, connette alcune buone manovre di coppia. I Blondes si prendono un break fuori, per poi far ripartire il match. Entra Cairo, il quale atterra entrambi gli avversari, e i Blondes escono nuovamente fuori ring. La tattica paga, perché i due sfiancano Cairo, il quale a stento dà il cambio a Smith. JT prova a resistere ai due, connette un notevole Moonsault su Candido ma, complice l’arbitro e il partner distratti, subisce un Divin’ Fist Drop di Hot Body, per il conto finale di tre.
Vincitori: Suicide Blondes

Altro promo registrato per Muraco/Snuka (Hot Stuff International n.d.r.), impegnati nel prossimo match, dove promettono che quello che vedremo stasera sarà soltanto l’inizio e che la HI mostrerà a tutto il mondo il proprio valore.

Tag Team Match
Hot Stuff International (Don Muraco & Jimmy Snuka) (w/Eddie Gilbert) vs. The Hell Riders (EZ Ryder & HD Ryder)

Uno squash (come gli altri match degli Hell Riders): serve a promuovere la Hot Stuff International come forza distruttrice. I due se la spassano malmenando un po’ gli avversari, prima di chiudere con una Assisted Diving Headbutt di Snuka su HD Ryder.
Vincitori: Hot Stuff International

Breve recap della faida Rebel/Sandman, con l’attacco della scorsa settimana e le immagini tornano ala ECW Arena, con il match titolato in corso…

ECW Heavyweight Title Match
The Sandman (w/Peaches) (c) vs. Rockin’ Rebel (w/Tigra)

Discreto match tra i due, con Rebel che recita la parte dell’heel scorretto in modo divino, coadiuvato da un’ottima Tigra, che colpisce scorrettamente più e più volte il campione. Il match s’interrompe alla prima reazione del campione, così dal nulla. Sandman colpisce Rockin’ Rebel con un Missile Dropkick, ma interviene Tigra a interrompere il conto di tre, facendo scattare la squalifica. Parte un piccolo catfight tra le due vallette, subito sedato dai partner, con Rebel e Tigra che escono e promettono che ancora non è finita.
Vincitore: The Sandman

Appuntamento al prossimo episodio per ulteriori sviluppi nelle varie faide, portate avanti per tutto l’episodio (forse andava lasciato un po’ più di spazio a quei due nel Main Event).
Alla prossima.
Booya!

Annunci
Contrassegnato da tag , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: